Eventi e Turismo | 17 aprile 2021, 11:58

Fior d'Albenga nell'anno di Dante torna "a riveder le stelle" (FOTO e VIDEO)

Presentata la 18esima edizione della rassegna di arte floreale. Seppur in forma ridotta, l'evento ingauno vuol rappresentare un invito alla speranza e alla ripartenza

Fior d'Albenga nell'anno di Dante torna "a riveder le stelle" (FOTO e VIDEO)

Si è svolta in modo sobrio, discreto, senza assembramenti e nel pieno rispetto delle normative anti-Covid, la presentazione questa mattina di "Fior d'Albenga", la manifestazione che ormai da anni allieta il centro storico della Città delle Torri con le sue composizioni floreali di altissimo livello.

L'evento si è tenuto in forma molto ridotta davanti al Palazzo Comunale nella tarda mattinata.

Giunge così alla sua edizione numero 18 Fior d'Albenga. E già nelle scorse settimane l'amministrazione aveva annunciato: "Purtroppo, a causa dell’emergenza sanitaria ancora in corso, probabilmente dovremo rinunciare alla tradizionale cerimonia d’inaugurazione e ad alcuni eventi collaterali. Anche le aiuole quest’anno saranno in numero ridotto e non coinvolgeranno tutto il Centro Storico, ma siamo certi che il risultato sarà comunque spettacolare.

Il tema scelto è La Divina Commedia e a tal proposito saranno realizzate 3 aiuole (due in Piazza San Michele e una in Largo Doria) che rappresenteranno Inferno, Purgatorio e Paradiso".

Il titolo dell'edizione di quest'anno, infatti è: "... E quindi uscimmo a riveder le stelle". Da una parte un chiaro omaggio al Sommo Poeta Dante Alighieri, del quale ricorre quest'anno il 700° anniversario della scomparsa; dall'altra un messaggio di speranza, un invito a non demordere, un obiettivo di rinascita e di ripartenza non solo per tutta la città, ma per l'Italia e il mondo intero".

L'evento di quest'anno è dedicato alla memoria di Franco Rapa, imprenditore sempre in prima fila per la valorizzazione e promozione del mondo agricolo ingauno e del comprensorio, prematuramente scomparso.

La figlia Francesca, seduta accanto al sindaco Tomatis durante la presentazione di Fior d'Albenga, ha ricevuto dal Primo Cittadino una targa ricordo.

Con voce rotta dalla commozione, ha dichiarato: "Colgo questa occasione per chiedere pubblicamente che Albenga, negli anni a venire, faccia qualcosa per ricordare la figura di mio padre e celebrare la memoria di tutto ciò che ha fatto per tenere viva Fior d'Albenga e non solo".

 La chiesa Antica di San Giorgio sarà aperta sabato e domenica a partire dal 17 aprile e fino al 5 maggio dalle ore 9 alle ore 19.

Le visite guidate su prenotazione obbligatoria si terranno Sabato 24 e domenica 25 aprile in due turni dalle ore 16,00 alle 17,00 e dalle 17,00 alle 18,00. Sabato 1 e domenica 2 maggio in due turni dalle ore 16,00 alle 17,00 e dalle 17,00 alle 18,00.

Sindaco Riccardo Tomatis: “Quest’anno Fior d’Albenga è stata realizzata in forma ridotta a causa dell’emergenza Covid, ma abbiamo scelto di non rinunciarvi per dare un importante segnale di ripresa che una manifestazione di questo tipo porta con sé attraverso l’augurio rappresentato dai fiori. Fior d’Albenga è, inoltre, un modo per promuovere la nostra realtà floricola fondamentale per l’economia della nostra Città. Naturalmente la speranza e la nostra volontà è quella di poter tornare, il prossimo anno, ad una “Fior d’Albenga” ancor più ampia rispetto a quella che veniva realizzata negli scorsi anni”.

Vicesindaco Alberto Passino: “Malgrado il ridimensionamento di Fior d’Albenga ad una sola aiuola allestita in Piazza San Michele e alle limitazione degli eventi collaterali, a cui per buona parte dei quali abbiamo dovuto rinunciare, volevamo dare prova di resilienza realizzando comunque l’edizione, di quest’anno. Albenga vuole continuare a vivere pur rispettando i restringimenti legati al Covid."

Afferma l’assessore agli eventi Marta Gaia: "Quest’aiuola è stata realizzata coinvolgendo diverse realtà presenti sul territorio, dalle associazioni di categoria, ai ragazzi e docenti del Liceo Artistico di Albenga e questa collaborazione va a sottolineare come Fior d’Albenga, appuntamento fisso e fortemente atteso dalla cittadinanza, quest’anno è diventata anche simbolo di ripartenza e della volontà di guardare tutti insieme e con speranza al futuro”.

“Ringraziamo come ogni anno, tutte le aziende e le associazioni che hanno collaborato per l’ottima riuscita della manifestazione, soprattutto in un momento così particolare e complicato sotto molto punti di vista” afferma Giuseppe Rossi, Presidente dell’omonima associazione.

 

 

A. Sg.

Ti potrebbero interessare anche: