Politica | 16 settembre 2020, 07:11

Festival di Sanremo: rinnovata per un anno la convenzione Rai-Comune, Biancheri "Ne riparleremo nel 2021"

Solitamente l'accordo si sviluppava su tre anni, ma vista la situazione sanitaria italiana e mondiale, è stato preferito un rinnovo per il 2021, anche se la kermesse potrebbe ancora slittare rispetto alla data di marzo.

Festival di Sanremo: rinnovata per un anno la convenzione Rai-Comune, Biancheri "Ne riparleremo nel 2021"

Rinnovata per un anno la convenzione tra Rai e Comune di Sanremo. La conferma arriva dal Sindaco della città dei fiori, Alberto Biancheri, in un’intervista a ‘Rockol’ giornale che si occupa di musica e spettacolo.

Il Sindaco ha evidenziato come il rinnovo sia stato di un anno e che l’accordo sia stato trovato con la dirigenza di viale Mazzini. Nessun dettaglio ufficiale sulla convenzione, il cui rinnovo viene considerato da Biancheri ancora ‘ufficioso’ ma che conferma come le richieste del Comune matuziano siano state accettate. Da tempo si parla del rinnovo della convenzione ma, con tutte le problematiche dettate dal Coronavirus, la decisione era slittata anche se la Rai ha proseguito negli ultimi mesi nell’organizzazione del Festival 2021.

Biancheri ha sottolineato come non ci sia stata la classica guerra di cifre durante la trattativa. Sul piatto, lo ricordiamo, c’era il terzo partecipante al Festival da ‘Area Sanremo’, che però la Rai preferiva evitare mantenendo gli attuali due. Dal Comune, in cambio, è stata chiesta una trasmissione di ‘Linea blu’ sul Santuario dei Cetacei e, visto che la convenzione è stata rinnovata, questa potrebbe essere stata accettata.

Intanto, nella giornata di ieri la Rai ha confermato che il Festival si farà con il pubblico, in particolare dalle parole dell'amministratore delegato, Fabrizio Salini. A questo punto, dopo le diverse dichiarazioni che arrivano da Roma, comprese quelle di Amadeus e Fiorello, non è da escludere un ulteriore rinvio (QUI) della kermesse canora che, al momento, è stata fissata tra il 2 e 6 marzo 2021. Molto, se non tutto, dipenderà dall’evoluzione della situazione sanitaria.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche: