Politica | 25 giugno 2020, 09:14

Ventimiglia: in corso un vertice tra la Lega ed il Sindaco Scullino dopo la riunione sull'ordinanza per i locali sul lungomare

Un fatto venuto alla luce per l’articolo pubblicato ieri pomeriggio dal nostro giornale, nel quale avevamo sottolineato la possibilità che l’ordinanza tanto discussa nella città di confine per lo stop alla musica ed alla somministrazione di bevande e cibo la sera nei locali.

Ventimiglia: in corso un vertice tra la Lega ed il Sindaco Scullino dopo la riunione sull'ordinanza per i locali sul lungomare

E’ iniziata questa mattina, di buon’ora, una riunione tra alcuni esponenti della Lega ed il Sindaco di Ventimiglia, Gaetano Scullino, per parlare di quanto accaduto nella giornata di ieri, in relazione all’incontro tenuto dallo stesso primo cittadino ed i partiti della maggioranza frontalieri, al quale però non è stata invitata la stessa Lega.

Un fatto venuto alla luce per l’articolo pubblicato ieri pomeriggio dal nostro giornale, nel quale avevamo sottolineato la possibilità che l’ordinanza tanto discussa nella città di confine per lo stop alla musica ed alla somministrazione di bevande e cibo la sera nei locali. Letto il nostro articolo, la segreteria locale del partito di Salvini ed il gruppo consiliare hanno fatto una vera e propria levata di scudi, chiedendo lumi sulla riunione e del fatto di non saperne nulla.

E’ così in corso da alcuni minuti un incontro nel quale ovviamente le parti cercheranno di trovare una quadra, tra l’altro a poche ore da un Consiglio comunale che sulla carta dovrebbe essere breve e senza sussulti. Ma che, ovviamente, nel caso in cui non si trovasse una soluzione questa mattina, potrebbe invece risultare ‘bollente’.

La Lega, nel comunicato inviato ieri alla nostra redazione, ha confermato che l’unico modo per uscire da questo empasse è la revoca immediata dell’ordinanza ma, dalle classiche voci di corridoio di palazzo, sembra che invece il Sindaco sia intenzionato ad andare avanti e di modificarla solo dal 1° luglio, con qualche ora in più concessa ai locali.

Gli esponenti della Lega, che preferiscono ancora non sbilanciarsi sulla situazione in atto, sembrano particolarmente preoccupati e qualcuno teme per la tenuta dell’Amministrazione. Il partito di Salvini è indiscutibilmente quello di maggior presenza all’interno della coalizione e, un eventuale dissidio interno, potrebbe far vacillare l’Amministrazione comunale. Quella di oggi sembra una mattinata decisiva.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche: