Eventi e Turismo | 21 settembre 2019, 07:20

A Torino torna la Festa dei Vicini: 70 i punti di ritrovo in tutta la città [VIDEO]

A Torino torna la Festa dei Vicini: 70 i punti di ritrovo in tutta la città [VIDEO]

Il count down è iniziato. Manca sempre meno alla Festa dei Vicini, evento che dopo tredici anni non sembra davvero conoscere crisi: dopo l’edizione plastic free di giugno, sabato 21 e domenica 22 settembre Torino si prepara a replicare il consueto successo riscosso dalla manifestazione.

Quest’anno sono attesi circa 5200 partecipanti, con oltre 2000 sedie, 445 tavoli e centinaia di appuntamenti conviviali in tutta la città. Il filo conduttore? Il recupero della socialità e la riscoperta dei valori di comunità e di aggregazione. Piazze, vie, cortili e condomini rivivranno grazie alla presenza dei residenti, che si uniranno ai propri vicini per pranzi e momenti di socialità.

La manifestazione, promossa dall’associazione European Neighbour’s Day e in Italia da Anci e Federcasa, si pone l’obiettivo di contrastare l’isolamento e l’individualismo che caratterizzano i quartieri cittadini e promuovere il valore comune della cittadinanza europea. Nata nel 1999 nel 17° Arrondissement di Parigi, ha ottenuto un successo immediato e crescente, diventando un appuntamento irrinunciabile per quasi dieci milioni di cittadini di una trentina di Paesi diversi (dal Canada al Giappone) e più di 720 città. Il Comune di Torino ha aderito per la prima volta nel 2006, insieme all’Atc, e da allora migliaia di cittadini hanno contribuito alla realizzazione dell’iniziativa, con adesioni sempre più numerose anno dopo anno: piazze, strade, giardini e cortili sono stati luogo di incontro fra privati cittadini, supportati dalle associazioni che hanno promosso e favorito la partecipazione. Interi caseggiati hanno chiuso la strada davanti al portone per ampliare l’accoglienza ai palazzi vicini, ai passanti, in un’occasione di riconquista degli spazi sociali. Ampia l’adesione dei quartieri Atc, dove si sono formate lunghe tavolate all’insegna della qualità della vita e della voglia di stare insieme.

“E’ un appuntamento irrinunciabile di conoscenza e condivisione, di concreto contrasto all’isolamento per la promozione dei valori di solidarietà – ha sottolineato l’Assessore comunale alle politiche abitative di edilizia pubblica, Sonia Schellino -. Un’iniziativa che punta a rafforzare i legami di prossimità e di empatia tra cittadini e condomini. Ringrazio gli uffici, l’ATC, le associazioni, i comitati e i cittadini per il grande lavoro di questi anni”. “Una buona rete di vicinato è spesso anche un formidabile supporto per chi è in difficoltà: pensiamo per esempio ai tanti anziani che vivono soli – spiega il Presidente di Atc, Marcello Mazzù – e scambiare un brindisi con i nostri vicini, cui magari abbiamo rivolto soltanto  qualche saluto diffidente sul pianerottolo, può diventare un formidabile strumento di integrazione e coesione sociale".

“Questa iniziativa si inserisce nella visione di una comunità vitale e vivace come è quella dei nostri quartieri. La bellezza di una città - afferma l’Assessore all’Integrazione Marco Giusta - si misura anche dal grado di felicità che i cittadini e le cittadine esprimono e, inoltre, la possibilità di avere una rete di amicizie, relazioni e condivisioni è importantissimo. Per questo la Città sta investendo su iniziative e progetti che promuovano e rafforzino i legami di comunità. La Festa dei Vicini, che va proprio in questa direzione, è una manifestazione adatta per incontrarsi in modo divertente grazie a un ricco calendario di iniziative. Invito i nostri concittadini e le nostre concittadine a porre attenzione alla raccolta differenziata, portando piatti e posate da casa per ridurre l’impatto sull’ambiente”. "La festa dei vicini mette in luce tutti gli elementi che poi ci portano a impegnarci per il territorio nella vita quotidiana: stare insieme, superare le differenze, a volte sopportarsi tra vicini. Per un giorno mettere tutto da parte e per un giorno condividere il cibo, che per noi italiani è un elemento fondamentale" spiega invece Carlotta Salerno, presidente della Circoscrizione 6.

Torino si prepara a vivere uno straordinario momento di festa e unione: la Festa dei Vicini.

Ti potrebbero interessare anche: