Cronaca | 13 settembre 2019, 19:31

Carabinieri, il generale Mossa lascia il comando di Piemonte e Valle d'Aosta: "Reati in calo, ma teniamo alta la guardia. Soprattutto sulle truffe" [VIDEO]

Carabinieri, il generale Mossa lascia il comando di Piemonte e Valle d'Aosta: "Reati in calo, ma teniamo alta la guardia. Soprattutto sulle truffe" [VIDEO]

"Garantire la sicurezza è la priorità. Ecco perché, anche se in calo, il contrasto dei reati continua a essere il nostro obiettivo principale". Con queste parole si congeda dopo tre anni dal territorio torinese e piemontese il generale di divisione Mariano Mossa, attuale comandante della legione carabinieri Piemonte e Valle d’Aosta, destinato a Milano nel ruolo di vicecomandante del Comando interregionale Pastrengo, che riguarda Piemonte, Lombardia, Liguria e Valle d'Aosta.

Il generale lascia l’incarico ed è fissato per martedì l'appuntamento con la cerimonia ufficiale con il passaggio di consegne con generale di brigata Aldo Iacobelli. "La maggiore soddisfazione è quella di mettere gli uomini nella condizione di operare", continua. E sottilinea come uno degli obiettivi principali è stato il contrasto delle truffe. "Fenomeno particolarmente grave perché ai danni delle fasce deboli. Spesso si identificano come carabinieri. Ma la truffa va soprattutto prevenuta, va abituata la popolazione a stare in guardia, a diffidare. Ecco perché spesso mandiamo i comandanti delle stazioni locali ad ammonire le persone e a metterle sull'avviso dopo la Messa". "Spesso sono persone che si spostano, che non sono conosciuti nei territori. E spesso puntano sulla buona fede delle persone, magari anziane".

Nessun fenomeno emergente, invece, all'orizzonte: "Non è eccesso di ottimismo, ma escluderei situazioni che possano destare preoccupazione".

Ti potrebbero interessare anche: