Sport | 11 settembre 2019, 12:45

Supermoto Italian Trophy condizionato dalla pioggia, in gara tre portacolori del Moto Club Drivers Cuneo

Supermoto Italian Trophy condizionato dalla pioggia, in gara tre portacolori del Moto Club Drivers Cuneo

Jesolo (VE), 8 settembre. La “Pista Azzurra” di Jesolo ha ospitato, nello scorso week end, la quinta prova del SIT (Supermoto Italian Trophy, alla quale hanno preso parte, tra gli ottanta partenti, anche tre conduttori del Moto Club Drivers Cuneo: Fabrizio Carlino, Giuseppe D’Agostaro e Federico Quaglia .

La pioggia battente, caduta tutta la domenica, ha reso il circuito molto scivoloso, rendendo difficile la guida e, nonostante l’utilizzo di pneumatici rain, le scivolate, pur se di poco conto, si sono sprecate mentre il tratto sterrato era un vero e proprio pantano, che ha pregiudicato la gara di molti piloti, tanto che ad un certo punto gli organizzatori hanno deciso di chiuderlo.

La gara vedeva al via sia piloti della zona est, che di quella ovest. Nella categoria SM2 “A” Fabrizio Carlino è stato il migliore dei cuneesi, risultando quarto nella “Ovest”, rimanendo a contatto con la testa del campionato, pur scivolando tre volte, chiudendo la giornata in tredicesima posizione assoluta.

Nella SM2 “B” Federico Quaglia è scivolato due volte in gara uno lussandosi due dita, problema che non gli ha comunque impedito di portare a termine la frazione in 17^ posizione, dovendo però rinunciare alla seconda frazione mentre Giuseppe D’Agostaro, impegnato nella SM2 “C”, partito bene e poi scivolato una volta, retrocedendo in diciassettesima posizione.

“Ci siamo svegliati con la pioggia, che ha imperversato sia nelle prove libere, che nelle qualifiche, che nelle gare - ha riferito Giuseppe D’Agostaro -, rendendo il tracciato insidiosissimo. La mia categoria ha affrontato il tratto sterrato, che ha ridotto tutti a maschere di fango, tanto da rendere irriconoscibili sia i piloti che le moto poi, saggiamente, hanno deciso di eliminare quel tratto. E’ stata una bella esperienza, ma molto stancante. Ero partito dalla prima fila quindi ero tra i primi, ma sono scivolato e sono finito nelle retrovie. Nel corso delle premiazioni si è fatto vedere un sole beffardo, ma ormai era tardi”.

La sesta ed ultima prova del SIT, programmata sulla pista di Varano de’ Melegari (PR) per il sei di ottobre, avrà invece luogo sul circuito ferrarese di Pomposa.

Ti potrebbero interessare anche: