Politica | 21 luglio 2019, 19:10

Finale, botta e risposta tra Frascherelli e le minoranze consiliari sulla stazione: "Problemi non degli ultimi mesi"

Finale, botta e risposta tra Frascherelli e le minoranze consiliari sulla stazione: "Problemi non degli ultimi mesi"

Continua il botta e risposta tra il sindaco di Finale Ugo Frascherelli e le minoranze consiliari, proprio quest'ultimi sono intervenuti dopo la risposta del primo cittadino alla loro mozione sulla situazione della stazione ferroviaria. 

"Nella sua risposta alla mozione in favore della stazione ferroviaria, come al solito il Sindaco Frascherelli dimentica di non essere un Sindaco al primo mandato, ma di essere seduto su quello scranno da più di cinque anni. I problemi della stazione, come tutti hanno potuto constatare, non si sono generati negli ultimi mesi, ma perdurano da alcuni anni, nei quali della sua “sollecitudine” si è francamente visto poco. Niente per la verità. Mentre altri Comuni hanno visto significativi ammodernamenti delle proprie stazioni, la nostra è rimasta con servizi igienici disastrosi, ponteggi di fortuna in bella mostra, lastre di plastica ad impermeabilizzare il tetto e sacchi di sabbia ad evitare che quest’ultime finissero sulla testa di ignari passeggeri. L’intervento d’urgenza finalmente richiesto arriva quindi in ritardo di almeno 3 o 4 anni. L’escludere poi che il Comune possa intervenire in convenzione con RFI per un serio intervento di ammodernamento, eventualmente con un cofinanziamento, la dice lunga sul reale interesse dell’Amministrazione ai destini turistici della Città, ma anche dei propri pendolari." spiegano le minoranze unitariamente.

"Tralasciando la retorica da campanile impiegata, va sottolineato come le risorse da impiegare non sarebbero propriamente dei Finalesi, ma pagate con la tassa di soggiorno dagli ospiti della nostra città, cui dovremmo almeno restituire decoro e qualità dei servizi. Il comune di Forte dei Marmi, non proprio ai margini dei flussi turistici nazionali, insieme al Comune di Seravezza è intervenuto nell’ammodernamento della propria stazione ferroviaria con 255 mila euro, giusto ad ottenere una priorità d’intervento da parte di RFI, ma anche per opportunamente concordare le scelte progettuali. Affermare di aver “richiesto notizie in merito al restyling complessivo con abbattimento delle barriere architettoniche” e di essersi sentiti rispondere che (testualmente) “dovrebbero rientrare nel programma del prossimo triennio”, rende l’idea su quanto l’ammodernamento della nostra stazione dovrà ancora, purtroppo, attendere" concludono dai gruppi "Cervone Sindaco", "Per Finale" e "Le persone al Centro".

Ti potrebbero interessare anche: