Cronaca | 11 luglio 2019, 18:45

Lite tra sindacalisti alla piscina di Pinerolo finisce al Pronto soccorso

Lite tra sindacalisti alla piscina di Pinerolo finisce al Pronto soccorso

Si sono dati appuntamento alle 15,30 per parlare di tre licenziamenti in piscina a Pinerolo, decisi dalla Uisp territoriale, ma la discussione è presto degenerata in scontro, con tanto di contatto fisico.

Prima di arrivare ai fatti, ecco il quadro: la Uisp, gestore della piscina, deve appianare un buco di qualche migliaio di euro e il presidente Valter Cavalieri D’Oro ha messo in piedi un piano di risanamento, con tagli al personale, fino ai recenti tre licenziamenti che riguardano segretaria, manutentore e addetto vasca, restano così in carico solo più i tre addetti alle pulizie (a cui due anni fa le ore sono state ridotte da 30 a 17).

“Capisco tutto e capisco la situazione economica – racconta Massimiliano Santucci della Fisascat-Cisl –. Ho solo detto a Cavalieri D’Oro che aveva fatto il sindacalista fino al 2009 e non poteva fare un taglio del genere”.

La discussione è degenerata, quando Santucci ha calcato la mano: “Gli ho detto che poteva dimettersi e fare presente alla Uisp il problema, ma si è imbestialito quando ho aggiunto che anche Priebke uccideva persone perché eseguiva gli ordini. Non volevo offenderlo, e capisco che potesse rispondermi male, ma non mi aspettavo quella reazione”.

A quel punto, sempre stando al racconto di Santucci, il presidente Uisp ed ex sindacalista Cgil si sarebbe alzato e l’avrebbe spintonato, per poi rifilargli un ceffone. Cavalieri D’Oro, per ora, sceglie il silenzio: “Parlerò al momento giusto”, ma ha riportato dei graffi nello scontro ed è andato al Pronto soccorso dell'ospedale di Pinerolo a farsi fare un referto. Mentre Santucci è andato a Giaveno. Ora toccherà ai carabinieri, che sono intervenuti alle 16, ricostruire l’accaduto, partendo dai referti e dalle testimonianze che hanno raccolto e raccoglieranno nei prossimi giorni.

Ti potrebbero interessare anche: