Cronaca | 23 febbraio 2019, 08:48

Stellanello: maltrattamento ed uccisione prima di un cane e poi la volpe impiccata, le indagini proseguono

Stellanello: maltrattamento ed uccisione prima di un cane e poi la volpe impiccata, le indagini proseguono

L'uccisione di una volpe, impiccata a Stellanello (LEGGI QUI) , ha sconvolto l'intera provincia ed in particolare gli amanti degli animali.

L' ENPA e Accademia Kronos della provincia di Savona ricordano che l'uccisione di un animale è un reato penale ed affermano: "Nel territorio del Comune di Stellanello si sono verificati di recente episodi veramente deprecabili di maltrattamento ed uccisione prima di un cane e ultimamente di una volpe. Atti compiuti sicuramente da chi non sa come passare il tempo e che con vigliaccheria e stupidità se la prende con piccoli animali domestici, che fiduciosi si lasciano avvicinare da soggetti inaffidabili e malvagi".

Continuano i volontari di accademia Kronos: "Veramente inconcepibile è trovare “divertente” l’uccisione di un animale, che può invece rappresentare una cara compagnia per persone anziane sole, o per una famiglia o come nel caso della volpe, quasi sicuramente come atto di ritorsione verso chi condanna ed addita simili barbari comportamenti rendendoli di pubblico dominio."

I Carabinieri forestali e le guardie zoofile di Enpa e A.K. stanno  indagando e anche facendo le prime ipotesi sul caso.

Ricordiamo che il maltrattamento e l’uccisione di animali sonoseveramente puniti dalla legge, che recita: “il maltrattamento di animali è il reato previsto dall'art. 544-ter del Codice Penale ai sensi del quale: 1. Chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona una lesione ad un animale ovvero lo sottopone a sevizie … è punito con la reclusione da 3 mesi a 1 anno o con la multa da 3.000 a 15.000 euro. La pena è aumentata della metà se dai fatti di cui al primo comma deriva la morte dell'animale.”

Ti potrebbero interessare anche: