Cronaca | 12 febbraio 2019, 13:27

Controlli antidroga a Cuneo e linea dura della Polizia di Stato contro le sale scommesse non in regola

Controlli antidroga a Cuneo e linea dura della Polizia di Stato contro le sale scommesse non in regola

Controlli del territorio, a cavallo tra il mese di gennaio e ilmese di febbraio, da parte della Polizia di Stato, impegnata in cinque servizi cui hanno partecipato pattuglie della Mobile, del reparto di prevenzione crimine, della Polizia amministrativa e della Divisione anticrimine. Sono intervenute anche le unità cinofile. 

I controlli si sono concentrati nelle zone di maggior degrado della città, dove spesso viene segnalata la presenza di spacciatori o di balordi.

Complessivamente sono state identificate 186 persone, controllati 97 veicoli ed eseguite verifiche in 7 locali, tra bar e sale scommesse. Nel corso dei controlli sono state ritirate due patenti, risultate scadute, e sequestrata una vettura, in quanto il conducente circolava con la patente revocata da tempo.

Sul fronte droga, è stato denunciato un soggetto trovato in una sala da gioco con addosso 15 grammi di marijuana.

Continuano anche le verifiche sulle case vacanza e sugli alloggi affittati sui portali. Segnalata un'attività di Limone Piemonte, in quanto non in regola con la comunicazione degli ospiti tramite il portale della Polizia di Stato "alloggiatiweb".

Durante ulteriori controlli a Fossano, in via Torino, è stata revocata al gestore di una sala scommesse, un cittadino cinese, la licenza per installazione di videolottery e raccolta scommesse, in quanto, in un cambio di gestione, non era stato comunicato il nuovo titolare della licenza stessa, che è personale e nominale.

Stessa cosa a Mondovì, in una sala scommesse di corso Italia, al civico 2. Anche qui le persone coinvolte sono di nazionalità cinese. "E' in corso - ha spiegato il Questore Emanuele Ricifari - una massiccia campagna di controllo di questi esercizi. L'intento è quello di punire l'illegalità, per salvaguardare chi opera nel pieno rispetto della legge".

Sanzionata, nei giorni scorsi, un'agenzia astigiana che svolge attività nel settore dello stewarding. In due manifestazioni svoltesi a Limone Piemonte, infatti, l'agenzia non aveva comunicato con le corrette tempistiche l'elenco degli operatori addetti alla sicurezza.










Ti potrebbero interessare anche: