Politica | sabato 12 gennaio 2019, 10:48

Il nord Italia scende in piazza a Torino per il sì Tav, presenti il governatore Toti e altri rappresentanti liguri

Il nord Italia scende in piazza a Torino per il sì Tav, presenti il governatore Toti e altri rappresentanti liguri

Da Aosta e Asti, passando da Bergamo, Fossano, Pragelato, Sestriere, arrivando fino al mare di Vado Ligure e Ventimiglia. In piazza Castello sono circa un centinaio i cartelli - con su scritto il nome di altrettante città sparse per tutta Italia che hanno aderito al flash mob Sì Tav previsto questa mattina a Torino, promosso dal Comitato "Sì, Torino va avanti" e dal sottosegretario ai Trasporti Mino Giachino

In piazza i rappresentanti del mondo economico piemontese e torinese, ma anche decine di sindaci provenienti dal Piemonte, dalla Liguria dalla Lombardia e dalle Marche. Tra di loro anche i Presidenti della Regione Piemonte e Liguria Sergio Chiamparino e Giovanni Toti.

"La Lega - ha commentato il Presidente Sergio Chiamparino - c'era giá altre volte in piazza. È una forza importante di governo e per questo deve contribuire a decidere in fretta". 

"Sono stato quello che ha contribuito a creare l'Osservatorio - ha aggiunto il governatore piemontese- l'inizio dell'opera è stata gestita malamente, ma il fatto che si sia partiti male non significa che si deve finire peggio". Poi, sull'ipotesi referendum Chiamparino ha ribadito "l'articolo 86 dello Statuto regionale prevede una consultazione popolare su argomenti di interesse generale del Piemonte. E la Tav lo è certamente".

"A due mesi - ha aggiunto una della 7 madamin Patrizia Ghiazza - dalla manifestazione del 10 novembre oggi torniamo in piazza per chiedere un'accelerazione nella presa di decisione su un'opera che non può essere fermata chiediamo al governo che si esprima in modo chiaro trasparente e veloce". 

Ti potrebbero interessare anche: